Joachim Thomas

 

 

    
foto©GiuliaFedel 

Verso la fine degli anni ’80, utilizzando l’Amiga, il primo computer multimediale, sperimenta in ambito video e di grafica tridimensionale realizzando alcuni lavori in campo pubblicitario.
E’ fra i primi utilizzatori dei software musicali “tracker”. Alcuni suoi lavori, tra i quali colonne sonore per videogiochi, vengono pubblicati nei CD rom editi dall’Università di Washington e da diverse riviste del settore.
Collabora in campo informatico con diverse riviste e progetti del settore.
Partecipa a collaborazioni sperimentali con il musicista Max Waves, la Blue Note Orchestra di Treviso e con il tastierista Oscar Marchioni, suona per alcuni anni con i Nimbus e lavora a  progetti personali usando tastiere e computer.
Nel 1997, entrando a far parte dei collaboratori del concorso Ritmi Globali, viene a contatto con Michele Palmieri e Gabriele Bruzzolo con i quali in seguito fonderà diversi progetti, tra i quali l’Associazione Culturale Contaminarte,  il gruppo di improvvisazione CHAOS e l’etichetta RES, di cui è cofondatore (2003).
Compone musiche per Codice di avviamento sociale presso Grand Central Terminal (NY),
Columbus Day 2010.
E’ autore di colonne sonore per EmergenzeOggi, ArtwayGalery, BTI Solutions.
Collabora presso la Biennale Musica di Venezia con Elliott Sharp, Steve Piccolo, Donella Del Monaco.
Co-produce in “Timelines” di Stefano Panunzi con Mick Karn, Gavin Harrison.

http://vortice.provincia.venezia.it/EmPyre.htm

The Chaos Project

RES – Registrazioni e Suoni

LIGHTELEMENTS